Vini Sostenibili | Cosa Facciamo – Vini Sostenibili

cosa facciamo.

La Rete, attraverso le Aziende associate e i soci affiliati, è in grado di erogare servizi “chiavi in mano” contando su competenze ed esperienza pluriennale nel campo della tutela dell’ambiente, dell’ingegneria ambientale, dell’agronomia e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

1.

Settore Vitivinicolo

Forti di una lunga esperienza nel settore agroalimentare, attraverso il nostro network, offriamo consulenza alle aziende vitivinicole in modo capillare su tutto il territorio italiano per quanto riguarda:

 

  • Etichetta VIVA Sustainable Wine
  • Carbon Footprint ISO/TS 14067 / ISO 14064
  • Water Footprint ISO 14046
  • Environmental Footprint
  • Emission Trading
  • Elaborazione di best practices attuabili al fine di ridurre gli impatti in azienda
  • Studi di sostenibilità relativi a prodotti e attività aziendali
  • Interventi di efficienza energetica
  • Progetti PSR / OCM / Fondi Europei sull’agroalimentare
  • Programmi comunitari e di altri strumenti di agevolazione a disposizione di enti pubblici e imprese
  • Progetti di Formazione aziendale

Vieni a conoscerci.

Contattaci per entrare a far parte della rete.

2.

il progetto vini sostenibili.

La certificazione VIVA: l’etichetta italiana sulla sostenibilità in viticoltura rilasciata dal Ministero dell’ambiente e delle tutale del territorio e del mare.

 

Nel 2011, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha lanciato a livello nazionale il progetto pilota VIVA Sustainability and Culture in collaborazione con il Centro di ricerca per la sostenibilità in agricoltura OPERA dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Obbiettivo del progetto è migliorare la sostenibilità della filiera vitivinicola attraverso un approccio globale ed interdisciplinare, che considera l’impatto della produzione del vino sull’ambiente, l’economia, la società e sulla cultura.  La sostenibilità  viene calcolata attraverso l’analisi di quattro indicatori: Aria, Acqua, Territorio, Vigneto. Dopo una fase pilota, conclusasi nel 2014, sono state definite le specifiche tecniche per le aziende che volevano aderire al programma di sostenibilità VIVA.   www.viticolturasostenibile.org

3.

Quattro indicatori per valutare le prestazioni di sostenibilità.

Aria, Acqua, Vigneto, Territorio: queste le quattro dimensioni della sostenibilità del vino prese in considerazione con il progetto VIVA – “La sostenibilità nella vitivinicoltura in Italia”. Ognuna di esse nasconde un cuore scientifico rigoroso, ispirato alle normative ambientali internazionali più avanzate.

 

  Aria: valuta direttamente le emissioni dei gas serra e le relaziona al ciclo di vita del prodotto (CFP) e le diverse attività aziendali (GHGI)

 

  Acqua: è un indicatore del consumo di acqua dolce che tiene conto dell’acqua impiegata ed inquinata nel vigneto ed in cantina nelle diverse fasi necessarie alla produzione del vino.

 

  Vigneto: prende in considerazione le pratiche di gestione agronomica del vigneto. In particolare valuta l’utilizzo degli agrofarmaci e le relative conseguenze sui corpi idrici e sul suolo. Analizza inoltre gli aspetti legati alla biodiversità, alla gestione del suolo e alla fertilità.

 

  Territorio: elabora un insieme di indicatori qualitativi e quantitativi capaci di misurare la ricaduta socio-economica sul territorio delle azioni intraprese dalle aziende.

 

Combinati insieme, questi quattro indicatori forniscono una valutazione estremamente accurata della sostenibilità dell'intero processo produttivo di un'azienda vitivinicola, spaziando dalle emissioni di gas serra all'uso di acqua e suolo, dall'impiego di prodotti fitosanitari alla relazione con il paesaggio, dal trasporto delle bottiglie al trattamento dei lavoratori.

Vini Sostenibili

La Rete, attraverso la aziende associate e i soci affiliati, è in grado di erogare servi “chiavi in mano” contando su competenze ed esperienza pluriennale nel campo della tutela dell’ambiente, dell’ingegneria ambientale

 

L’importanza di fare rete: un approccio multidisciplin\are per valorizzare l’eccellenza di ognuno. La Rete per la sostenibilità agroalimentare (ROSA) è stata costituita nel marzo del 2017 per volontà di 4 Aziende fondatrici attive nel settore ambientale, consapevoli che fare sistema nel mercato attuale risulta di primaria importanza.

ViniSostenibili.com

All Rights Reserved

www.vinisostenibili.com

 

+39 041 8876981

+39 388 1632930

ALL RIGHTS RESERVED VINISOSTENIBILI.COM

Aria, Acqua, Vigneto, Territorio: queste le quattro dimensioni della sostenibilità del vino prese in considerazione con il progetto VIVA – “La sostenibilità nella vitivinicoltura in Italia”. Ognuna di esse nasconde un cuore scientifico rigoroso, ispirato alle normative ambientali internazionali più avanzate.

 

  Aria: valuta direttamente le emissioni dei gas serra e le relaziona al ciclo di vita del prodotto (CFP) e le diverse attività aziendali (GHGI)

 

  Acqua: è un indicatore del consumo di acqua dolce che tiene conto dell’acqua impiegata ed inquinata nel vigneto ed in cantina nelle diverse fasi necessarie alla produzione del vino.

 

  Vigneto: prende in considerazione le pratiche di gestione agronomica del vigneto. In particolare valuta l’utilizzo degli agrofarmaci e le relative conseguenze sui corpi idrici e sul suolo. Analizza inoltre gli aspetti legati alla biodiversità, alla gestione del suolo e alla fertilità.

 

  Territorio: elabora un insieme di indicatori qualitativi e quantitativi capaci di misurare la ricaduta socio-economica sul territorio delle azioni intraprese dalle aziende.

 

Combinati insieme, questi quattro indicatori forniscono una valutazione estremamente accurata della sostenibilità dell'intero processo produttivo di un'azienda vitivinicola, spaziando dalle emissioni di gas serra all'uso di acqua e suolo, dall'impiego di prodotti fitosanitari alla relazione con il paesaggio, dal trasporto delle bottiglie al trattamento dei lavoratori.

Clicking on 'OK' or using this website, you accept our cookie policy. OK